Storie

Le lunghe peripezie di un militare italiano dopo la cattura da parte dei partigiani albanesi

Le lunghe peripezie di un militare italiano dopo la cattura da parte dei partigiani albanesi
Documento d’archivio
Fronte greco/albanese
Elbasan
8 settembre 1943
Archivio Anrp di Parma, conservato presso Isrec Parma

Carlo Arata, nato a Bardi il 15 settembre 1919, militare inquadrato nel 26° Battaglione camicie nere (80° legione CCNN "Farnese"), riporta in questo lungo e puntuale resoconto i fatti che lo hanno riguardato dopo l'8 settembre '43 sul fronte albanese: catturato dai partigiani, datosi alla fuga e sbandato, fu rastrellato dai ballisti e consegnato a tedeschi, quindi adoperato nel lavoro coatto. Malato fu rimpatriato in Italia.